Mongolia... viaggio fotografico

 

 

Viaggio accompagnato da Beniamino Pisati
 

La Mongolia ha un anima nomade, la misura di questo la si ha osservando le migliaia di Gher (le vere abitazioni mongole) che accerchiano dalle colline la caotica Ulan Bator, quasi a ricordare, nonostante gli alti e scintillanti palazzi della città, la vera identità dei mongoli. Ed è proprio nella ricerca delle radici nomadi che questo viaggio avrà  la sua essenza.  Fuori dalla capitale si entra in un altro mondo, fatto di silenzi e spazi aperti, dove natura e uomo vivono in perfetto equilibrio. Ai margini del Gobi, ogni autunno i pastori radunano i propri cammelli che hanno  pascolato in libertà  durante tutta l'estate per marchiarli in modo che ogni famiglia possa identificare i propri.  Radunare gli animali al pascolo in vaste aree non è cosa semplice, si tratta di un momento di grande collaborazione e socializzazione tra le famiglie. Noi ci saremo e arriveremo a questo appuntamento dopo aver solcato leggendari deserti e attraversato straordinari paesaggi. Solo cinque partecipanti per un grande viaggio.

 

PROGRAMMA

 

Day 1

Arrivo a Ulan Bator, giornata a disposizione per riposo e per una visita molto tranquilla della città.
 

Day 2

Intera giornata a UB (così chiamano la capitale i mongoli). Dedicheremo parte della giornata alla visita del quartiere delle gher. Un quartiere problematico, responsabile dell'inquinamento della città dato che la maggior parte degli abitanti si scalda bruciando qualsiasi cosa. Come solito pochi luoghi turistici, ma situazioni mirate. Chi vorrà dedicarsi alla visita di monumenti o musei è bene che anticipi o ritardi il suo soggiorno.
 

Day 3

La lunga discesa verso il Gobi inizierà oggi,  spezzeremo il lungo viaggio con un  volo interno, atterrando a Dalanzadgad,   poi ci si sposterà sempre in comode 4x4.  Prima tappa sarà la Yol Valley, 1h di auto, troveremo spettacolari canyon che tagliano le montagne per chilometri. Pernottamento in campo tendato attrezzato.
 

Day 4

Oggi sarà vero  Deserto del Gobi,  giornata tra le Hongoriin Els, le famose dune che arrivano fino a 200m di altezza, sul tragitto, che durerà circa 6/7h anche importanti siti archeologici. Pernottamento in campo tendato attrezzato.

Day 5

Alba tra le dune per iniziare la giornata come si deve. Partenza per la nostra vera destinazione, Bayangovi, remoto villaggio di 1500 abitanti, ai margini del Gobi. Sarà una giornata di trasferimento con varie soste, circa 6/7 ore e 300km.  Pernottamento in campo tendato. 
 

Day 6

Bayangovi è in mezzo al nulla, 1500 ab, l'acqua non arriva ancora alle abitazioni. Sarà una giornata di preparativi, bisogna radunare i cammelli per la marchiatura. La gente discute sulla posizione dei pascoli dei cammelli e su chi andrà a radunarli. Faremo anche visita ad una sorgente naturale,  proprio lungo la vecchia via della seta, dove le carovane erano solite fermarsi per riposarsi e dissetarsi, sicuramente sarà un occasione per vedere qualche animale. Analisi immagini scattate. Pernottamento in campo tendato attrezzato.
 

Day 7 

Giornata di marchiatura,  un momento di grande collaborazione,  gli allevatori più giovani, mandati a radunare i cammelli, spesso anche ad uno o due giorni di cavalcata, faranno ritorno, mentre sul posto si susseguono le fasi di marachiatura che avviene tramite una pasta di farina che permette di riconosce la proprieta dei cammelli. Analisi immagini scattate. Pernottamento in campo tendato attrezzato.
 

Day 8

Dopo colazione si prosegue  a Nord, la nostra destinazione sarà un pascolo in una delle più alte zone montuose della regione di Bayongovi. Saremo ospiti di una famiglia di allevatori. Il pernottamento sarà nella loro tenda, non avremo i confort di un campo tendato attrezzato, ma sarà un'esperienza che non può mancare.
 

Day 9

Giornata da passare con i pastori nomadi, avremo modo di vivere la loro quotidianità, la famiglia possiede circa 2500 capi di bestiame tra cammelli, capre, pecore, cavalli. Pernottamento presso famiglia.
 

Day 10 

Lungo trasferimento, verso nord, passando per un vasto canyon che taglia i Monti Altai. Siamo sulla via per il ritorno a Ulan Bator, ma pernotteremo presso il parco naturalistico  Hustai. Questo parco è stato istituito grazie alla reintroduzione della vera razza del cavallo Mongolo chiamata Przewalski, avvenuta agli inizi degli anni 90'.  I colori autunnali del parco saranno di sicuro uno scenario magnifico per scattare alcune foto all'animale simbolo della Mongolia. 
 

Day 11

Dopo aver fatto ancora un'ultimo giro nel parco si partirà per Ulan Bator, la quite e gli ampi spazi percorsi in questi giorni saranno solo un lontano ricordo che rimarrà sempre vivo dentro ognuno di noi. Pomeriggio a disposizione per acquisti nella capitale.
 

Day 13

Chiusura viaggio e rientro in Italia.

COSTI (non confermati)
 

QUOTA WORKSHOP: 870€  (da saldare a Beniamino Pisati  mediante bonifico bancario) e comprende:

  • Prestazione professionale in qualità di Fotografo professionista accompagnatore e relativi costi di soggiorno e viaggio.

 

QUOTA LOGISTICA: 2690€  e comprende:

  • Hotel 4 stelle in centro a Ulan Bator (camera doppia)
  • Pernottamenti nei campi tentati attrezzati
  • Tutti i pasti (trattamento di pensione completa)
  • Volo interno Ulan Bator - Dalanzadgad
  • Tutti i trasferimenti (Land Cruiser)
  • Staff locale completo (guida, cuochi, driver e assistenti)
  • Tutto l'occorrente per campeggio
  • Quota utilizzata per l'acquisto di medicinali destinati ai cammelli, per far si che l'evento della marchiatura  sia sostenibile.

 

La quota tour operator non comprende:

  • Visto di ingresso
  • Voli Italia - Mongolia
  • Assicurazione annullamento 
  • Bevande extra pasti e alcolici
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce "la quota comprende"
  • supplemento singola in hotel a Ulan Bator 

 

INFORMAZIONI 

 

DATA VIAGGIO FOTOGRAFICO

25 settembre - 7 ottobre 2017

 

RITROVO:

L’appuntamento  è fissato presso Aeroporto di Ulan Bator-Gengis Khan alle ore 12:00. 

 

NUMERO MASSIMO PARTECIPANTI: 5

Anche per questo viaggio si è scelto un numero limitato di partecipanti, questo da una parte fa lievitare un poco i costi, dall'altra permette di non darsi fastidio durante le fasi di scatto e avere più tempo per essere seguiti da chi vi accompagna. Gli spostamenti verranno fatti su comode Land Cruiser, solo 4 persone ogni mezzo compreso driver.

COME RAGGIUNGERE ULAN BATOR

Le compagnie Air China, Turkish Airlines e Aeroflot hanno voli giornalieri dai principali scali italiani. L'agenzia Viaggi Itineranti sarà lieta di darvi tutte le informazioni in proposito.

DIFFICOLTA'

Ci saranno lunghi spostamenti, questa forse è l'unica difficoltà del viaggio assieme ad un po' di spirito di adattamento per i pernotti in her. Tutti i pernotti saranno in Hotel 4 stelle  nella Capitale e in campi tendati attrezzati quando saremo  "fuori". Una pernotto o forse due lo faremo presso la tenda di una famiglia nomade e condivideremo con loro anche i pasti. 

DOCUMENTI:

Necessario il visto di ingresso e passaporto con almeno 6 mesi di validità. Il visto va richiesto presso l'Ambasciata Mongola a Roma. Il servizio può essere svolto dalla nostra agenzia Viaggi Itineranti.

CLIMA

A settembre il clima sarà mite, avremo temperature comprese tra i 5° e 25.

 

 

DETTAGLI

 

Data partenza: 25 Settembre 2017
Data ritorno: 07 Ottobre 2017