Nuova Zelanda... nella terra dei Maori

Condividi su: / / / /

Una cavalcata di 4.600 km nella fantastica Terra dei Maori. Km di curve da assaporare e gustarsi, tra vulcani, parchi termali, oceano, foreste lussureggianti e ghiacciai. La terra del Signore degli Anelli, ad ogni curva vi lascerà senza fiato per lo stupore dei suoi panorami.
 
ITINERARIO 
 
Sabato 06 febbraio
Partenza dall’Italia con volo di linea operato da Emirates alle ore 21:00 da Milano Malpensa. 
 
Domenica 07 febbraio
Arrivo a Dubai in prima mattinata. Successivo volo per Auckland.
 
Lunedì 08 febbraio: Auckland                                                                                     
Arrivo a Auckland in mattinata. Giornata libera a disposizione per visitare la città. In serata, incontro con l’assistente locale per il trasferimento presso il noleggio moto. Operazioni di check in per le moto. Dopo il ritiro delle stesse rientro in gruppo in hotel. Cena libera. Pernottamento STAMFORD PLAZA AUCKLAND
 
Martedì 09 febbraio: Auckland  -  Pauanui (Penisola Coromandel) (294 km)  
Prima colazione in hotel. Partenza per la prima tappa del nostro tour in direzione Penisola Coromandel. Prima dell’arrivo a Pauanui, sosta per escursione facoltativa in barca nella baia Coromandel. Nei pressi di Waikato (non distante dalla nostra destinazione finale) si consiglia una sosta presso HOT WATER BEACH: l’acqua calda spumeggia direttamente dalla spiaggia. Ci si può scavare la propria piscina termale privata. Arrivo e sistemazione in hotel. PAUANAI PINES MOTOR LODGE
 
Mercoledì 10 febbraio: Penisola Coromandel – Rotorua  (291 km)                                                   
Partenza in direzione sud per raggiungere Rotorua, l’area più famosa della Nuova Zelanda per i Gheiser e la tradizione Maori. Arrivo nel pomeriggio. Sistemazione in hotel. NOVOTEL ROTORUA LAKESIDE
 
Giovedì 11 febbraio:  Sosta a Rotorua
Intera giornata libera a disposizione per la visita della città. Situata su un altopiano vulcanico ed anticamente sede di molti stabilimenti termali, Rotorua è soprannominata la "città sulfurea" per la presenza di vasche di fango bollente, numerose sorgenti di acqua calda, geyser e un forte odore di zolfo che si diffonde nell'aria. La città ha anche una cospicua popolazione maori le cui manifestazioni culturali, tra cui l'artigianato, i marae (luoghi di incontro e preghiera), le cene Hangi e le danze tradizionali, sono tra le più interessanti del Paese. Le specie vegetali autoctone ed introdotte, così come i numerosi e pittoreschi laghi della regione, fanno di Rotorua una delle mete più affascinanti della Nuova Zelanda sia dal punto di vista naturale che culturale.
 
Venerdì 12 febbraio: Rotorua  -  Wanganui  (435 Km)
Oggi ci immergiamo nel cuore dell’ Isola del Nord attraversano foreste, montagne e vulcani in un susseguirsi di paesaggi mozzafiato e strade indimenticabili fino a raggiungere Wanganui. A Taumarunui si prosegue sulla Highway 43, meglio conosciuta come The Forgotten World Highway (la strada del mondo dimenticato): sebbene lunga solo 150 km è un viaggio in moto o auto indimenticabile. Costruita su vecchi sentieri per passeggiate a cavallo del XIX secolo questa strada collega Taumarunui con Stratford serpeggiando tra quattro selle di montagna , attraverso una galleria misteriosa a senso unico e lungo la sinuosa gola di un fiume. KINGSGATE HOTEL THE AVENUE WANGANUI 
 
Sabato 13 febbraio: Wanganua - Wellington (194 km)
Tappa di trasferimento che ci porterà a raggiungere la capitale Wellington, adagiata sulla sua baia oceanica. Arrivo nel primo pomeriggio, per godersi a pieno l’atmosfera di tranquillità che si respira nella capitale. Dal 1865 capitale della Nuova Zelanda, la città è circondata da un magnifico porto naturale e da ville in legno in stile vittoriano sui fianchi delle ripide colline. Wellington è il centro della cultura e delle arti, offre eccellenti ristoranti, caffè, locali notturni ed attività ricreative ed ospita il governo e le ambasciate. È famosa per il forte vento che soffia dallo Stretto di Cook Strait, tanto da venire soprannominata "Windy Wellington" (la città del vento).Sistemazione in hotel. Resto della giornata libero a disposizione. JAMES COOK GRAND CHANCELLOR 
 
Domenica 14 febbraio: Wellington – traghetto per Picton -Nelson  (211 km)                                 
Riprendiamo le nostre moto per raggiungere l’Isola del Sud, un esplosione di natura incontaminata da fare d’un fiato su strade di curve dolci adagiate sull’oceano.  Uscendo dal nostro hotel si prende The Terrace in direzione  Waterloo Quay da prendere svoltando a destra su cui proseguire per 4 km fino a raggiungere l’  Interislander Wellington to Picton Ferry. Occorre presentarsi al Terminal del Ferry 45 minuti prima della partenza del traghetto. 08:30hrs Partenza da Wellington con il ferry Interislander per Picton.11:45hrs Arrivo a Picton.
 
Picton –Nelson (109 km)                                                                                           
Dall’ Interislander Terminal Ferry di Picton riprendiamo le nostre moto percorrendo la strada all’uscita dal Terminal fino ad imboccare svoltando a sinistra, Lagoon Road. Arrivo a Nelson nel primo pomeriggio. Sistemazione in hotel. Resto della giornata libero a disposizione. 
Con i suoi magnifici giardini e incantevoli tramonti, Nelson si affaccia sulla Baia di Tasmania. Il suo nome, cosi’ come quello di molte sue strade e parchi, deriva dal famoso Ammiraglio Nelson che qui approdo' dall'Inghilterra insieme ad altri pionieri. Nell'area circostante, vi sono alcune delle piu' belle spiagge della Nuova Zelanda ed il sole, in questa regione, risplende piu' che in qualunque altra zona del Paese. Le principali attivita' sono la pesca, la coltivazione di frutta, la selvicoltura e nella zona occidentale della citta' vi sono numerose piantagioni di mele, tabacco e luppolo. RUTHERFORD HOTEL NELSON - A HERITAGE HOTEL
 
Lunedì 15 febbraio: Nelson - Punakaiki (264km)                                                             
Dall’hotel svoltare a destra e riprendere Rutheford Street. Proseguire su SH 6  anche conosciuta la West Coast Touring Route che tra Haast a sud e Karamea a nord è un’avventura continua lungo cui guardare lo spettacolo oceanico dei soffioni a Punakaiki, attraversando gole lungo  fiumi sulle orme dei vecchi luoghi della caccia all’oro. Arrivo presso il nostro Hotel a Punakaiki,  lungo la State Hwy 6
Situata nel cuore del Parco Nazionale Paparoa, Punakaiki è conosciuta per i Punakaiki Pancake Rocks, formazioni rocciose così chiamate per la loro inusuale forma di pancake (crèpes) sovrapposte. La zona dispone anche di natura abbondante e di passeggiate guidate in spiaggia, foresta e montagna. Altre attività possibili comprendono canoa, l’equitazione, il surf, la speleologia e l’alpinismo. Presentatevi al Punakaiki Canoes che si trova sulla strada principale che attraversa Punakaiki, ad 1 km a nord di Pancake Rocks.HAVENZ PUNAKAIKI
 
Martedì 16 febbraio: Punakaiki – Franz Josef Glacier – Haast (220 km)
Riprendiamo dal nostro hotel la State Highway SH 6 (West Coast Touring Route) per 360 km fino alla destinazione finale, il Franz Josef Glacier. La tappa ci oggi ci permetterà, oltre che attraversare paesaggi mozzafiato per km di curve ininterrotte, di fare una sosta per ammirare e fare una passeggiata in una delle meraviglie della Nuova Zelanda, il Franz Josef Glacier HEARTLAND WORLD HERITAGE HOTEL 
 
Mercoledì 17 febbraio:  Haast - Queenstown (350 km)
Continua la nostra cavalcata su due ruote verso Queenstown la città di villeggiatura e la più famosa località dell’Isola del Sud dove pernotteremo per due notti. Anche oggi la strada procede tra km di curve tra foreste e parchi naturali seguendo sempre la State Highway SH 6 per poi da Haast immettersi in scenari di assoluta bellezza naturale, con soste curva dopo curva. Arrivo a Queenstown nel tardo pomeriggio. Sistemazione in hotel. Pernottamento. MILLENNIUM QUEENSTOWN 
 
Giovedì 18 febbraio:  Sosta a Queenstown                                                                         
Giornata libera a disposizione. La più famosa località di villeggiatura dell'isola del sud, Queenstown si estende lungo le sponde del lago Wakatipu ed è situata ai piedi della catena montuosa Remarkables. Il suo straordinario paesaggio è contraddistinto principalmente da magnifiche vette, ripide colline e una ricca vegetazione montana. La cittadina è inoltre rinnomata per le numerose attività praticabili tra cui il jet boating (imbarcazioni a gettopropulsione), il bungy-jumping, lo sci e molti sport estremi. In seguito alla scoperta dell'oronel fiume Shotover, nel secolo XIX, la città fu meta di molti ricercatori da tutto il mondo, e venne chiamata Queenstown (città della Regina) in quanto località ideale per "qualsiasi regina". Durante la sosta a Queenstown si possono effettuare escursioni con la propria moto sul fiordo di Milford Sound oppure dirigersi a Sud verso Invercargil e proseguire la fantastica costa pacifica. Entrambe le escursioni prevedono l’intera giornata in moto con rientro a Queenstown in tarda serata.
 
Venerdì 19 febbraio: Queenstown – Dunedin (275 km)                                                       
Ci avviciniamo verso la nostra destinazione finale, scendendo fino all’estremo sud dell’Isola per una sosta a Invercarghill la mitica spiaggia dove Burt Murrow correva con la sua Indian Custom per allenarsi per il record Mondiale di velocità a Salt Lake City negli Stati Uniti. Si  prosegue poi lungo la costa frastagliata fino a raggiungere Dunedin. Arrivo nel pomeriggio. Sistemazioe in hotel. Pernottamento. SCENIC HOTEL DUNEDIN
 
Sabato 20 febbraio: Dunedin - Christchurch (245 km)                                                     
Si parte per l’ultima tappa del nostro viaggio nella terra di mezzo. Le ultime curve sulle strade della Nuova Zelanda per arrivate a Christchurch. Arrivo nel tardo pomeriggio. Sistemazione in hotel. Pernottamento. NOVOTEL CHRISTCHURCH
 
Domenica 21 febbraio:  Christchurch – Partenza per l’Italia                                                           
In tempo utile incontro con l’assistente e riconsegna delle moto prese a noleggio presso il deposito di Christchurch. Proseguimento in aeroporto per il volo per l’Italia operato da Emirates. 
 
Lunedì 22 febbraio:  Arrivo in Italia                                                                           
Arrivo in Italia previsto nel pomeriggio. Fine dei servizi.
 
OPERATIVO VOLI PROPOSTI
EK  92     06FEB   MXP/DXB    2120/0635+1                          
EK 448    07FEB   DXB/AKL    1005/1110+1                     
EK 413    21FEB   CHC/DXB     1845/0515+1                           
EK 205    22FEB  DXB/MXP     0910/1310     
 
Quote individuali di partecipazione, a partire da:
Prezzo per persona, MINIMO 14 PARTECIPANTI Negli Hotel Indicati
 
Quota di partecipazione, in camera doppia € 3.680
Tasse aeroportuali soggette a variazione € 520
 
Quota Noleggio Moto Quota per moto
BMW R 1200 GS € 2.890
BMW F800 GS € 2.250
BMW G650 GS € 1.680
TRIUMPH TIGER 800 € 2.120
HONDA VLX 600 € 1.680
SUZUKI DLV 650 V STROM € 1.780
SUZUKI DR 650 € 1.520
 
Le quote comprendono
I voli intercontinentali da/per l’Italia in classe economica 
Accompagnatore dall’ Italia in moto dall’ Italia 
Accompagnatore dall’Italia su mezzo di supporto
Monovolume 12 posti Toyota Commuter o  similare come supporto ai viaggiatori e trasporto bagagli
Hotel menzionati o se non disponibili altri della stessa categoria su base camera doppia standard 
Noleggio della moto modello, BMW G650 GS, Suzuki DL650 V Strom, Honda NC 750X (ritiro ad a Auckland e riconsegna a Christchurch)
Assicurazione Moto contro danni e furti con franchigia
Chilometraggio illimitato
Due borsoni laterali
Pieno di benzina
Tassa one-way
Trasferimenti e visite come indicato nel programma 
Trattamento di prima colazione in ogni struttura 
Traghetto “Inter Islander” da Wellington a Picton per moto e passeggeri 
Borsa, porta documenti, etichette bagagli e documentazione illustrativa varia 
L’assicurazione per l’assistenza medica (sino ad € 10.000), il rimpatrio sanitario ed il danneggiamento al bagaglio (sino ad € 1.000), con possibilità di integrazione. 
La quota di iscrizione pari a 65 euro 
Pen drive Go Australia con copia elettronica di tutta la documentazione cartacea inclusi i biglietti aerei 
Assicurazione "Rischio Zero"
 
Le quote non comprendono
Tasse aeroportuali soggette a variazione
Patente internazionale (obbligatoria per condurre veicoli in Nuova Zelanda)
Adeguamento carburante del volo qualora la compagnia aeree lo richiedesse prima dell’emissione dei biglietti 
Alcuni pasti, le bevande extra, le mance, gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio
Parcheggi: i parcheggi custoditi negli hotel (dove richiesto) sono sempre a pagamento a carico del cliente. 
Assicurazione facoltativa annullamento (vedi schema alla fine)
Le escursioni facoltative e tutto ciò non evidenziato nella voce "la quota comprende" 
Deposito cauzionale al momento del ritiro del mezzo (necessaria carta di credito)
Tutto ciò non evidenziato nella voce "la quota comprende" 
 
Nella quota di viaggio non è compresa la quota assicurativa contro l'annullamento.
Assicurazione annullamento facoltativa integrativa
Da prezzo A prezzo Importo
€ 0,00 € 1.000,00 € 30,00
€ 1.000,00 € 2.000,00 € 45,00
€ 2.000,00 € 3.000,00 € 70,00
€ 3.000,00 € 4.000,00 € 95,00
€ 4.000,00 € 5.000,00 € 115,00
€ 5.000,00 € 6.000,00 € 140,00
€ 6.000,00 € 8.000,00 € 185,00
€ 8.000,00 € 10.000,00 € 225,00
€ 10.000,00 € 12.000,00 € 265,00
€ 12.000,00 € 14.000,00 € 305,00

TOP